Home > Argomenti vari > A mio padre

A mio padre

18 Marzo 2005


Caro babbo,
le cose più importanti, lo sai benissimo, non te le ho mai dette. Il nostro è sempre stato un rapporto particolare, difficile, a volte al limite della incomunicabilità. Credo sia naturale quando si hanno due caratteri così diversi. Io, troppo timida da bambina, per cercare anche solo di afferrarti la mano durante una passeggiata, tu talmente distante e distaccato da sembrare irraggiungibile.
Poi l’adolescenza, la ribellione, i pianti immotivati e forse anche quelli motivati hanno sollevato un muro, sempre più alto. Non esistevo, mi sentivo invisibile ai tuoi occhi. Troppo cattiva, scostante, chiusa, adirata, ribelle per te. Ti guardavo e miei occhi chiedevano la tua comprensione, il tuo amore, la tua stima. Quanto ho sofferto, babbo! Eri l’uomo dei miei sogni. Nessuno riusciva a strapparmi un sorriso come sapevi (e sai) fare tu!
Ho consumato, con gli anni, l’unica foto nella quale mi prendevi in braccio. Avrò avuto, si e no, due o tre anni. Entrambi guardiamo l’obbiettivo. La mia testa appoggiata alla tua. (Ricordi? Qualche anno fa l’ho fatta ingrandire per la festa del papà e te l’ho regalata).
Sono passati molti anni. Io sono cambiata e anche tu. Un’anno fa al telefono mi hai detto le cose più belle che un padre può dire alla propria figlia “qualsiasi decisione tu prenda io mi fido di te e non ti lascerò mai sola. Sei una persona splendida”. Babbo le pensi ancora queste cose?
Ora tutti dicono che sono una donna. Ma in fondo sono e sarò sempre la tua bambina, la stessa bambina che ti guardava con occhi pieni d’amore, che piangeva per un tuo banale rimprovero e che ancora sente il bisogno di stringerti la mano per sentirti vicino.
Ho ancora bisogno di te.
Un bacio

Tua figlia

  1. gautier
    19 Marzo 2005 a 12:59 | #1

    è molto commovente il tuo scritto. Mi hai aperto il cuore stamane con le tue parole. Complimenti per la tua sensibilità…
    Un abbraccio
    Gautier

  2. gautier
    22 Marzo 2005 a 11:15 | #2

    ciao. Buongiorno anche a te…
    Ricambio l’abbraccio ed aggiungo un sorriso.
    Gautier

  3. federico
    22 Marzo 2005 a 20:29 | #3

    grazie topolino…
    arrivi sempre nel momento giusto…ma non pensare che fosse per te quel post…..
    grazie ancora

  4. gautier
    23 Marzo 2005 a 14:59 | #4

    grazie per il delizioso commento. Le insidie della vita sono sempre trappole in agguato ed il nostro umore varia, giustamente, in base a ciò che il quotidiano ci impone. Quel che conta è non lasciarsi tramortire, non rinnegare mai l’amore per la vita…
    Un sorriso
    Gautier

I commenti sono chiusi.