Archivio

Archivio Gennaio 2005

Mai più!

27 Gennaio 2005 1 commento


……………………….

Hoy

26 Gennaio 2005 2 commenti

Tengo marcado en el pecho
todos los días que el tiempo
no me dejó estar aquí.

Tengo una fe que madura
que va conmigo y me cura
desde que te conocí.

Tengo una huella perdida
entre tu sombra y la mía
que no me deja mentir.

Soy una moneda en la fuente,
tú mi deseo pendiente,
mis ganas de revivir.

Tengo una mañana constante
y una acuarela esperando
verte pintado de azul.

Tengo tu amor y tu suerte,
y un caminito empinado.
Tengo el mar del otro lado,
tú eres mi norte y mi sur.

Hoy voy a verte de nuevo,
voy a envolverme en tu ropa.
Susúrrame en tu silencio
cuando me veas llegar.
Hoy voy a verte de nuevo,
voy a alegrar tu tristeza.
Vamos a hacer una fiesta
pa’ que este amor crezca más.

Tengo una frase colgada
entre mi boca y mi almohada
que me desnuda ante ti.

Tengo una playa y un pueblo
que me acompañan de noche
cuando no estás junto a mi.

Tengo una mañana constante
y una acuarela esperando
verte pintado de azul.

Tengo tu amor y tu suerte
y un caminito empinado.
Tengo el mar del otro lado,
tú eres mi norte y mi sur.

(Gloria Estefan)

Ho segnato nel petto
tutti i giorni che il tempo
non mi lasciò stare qui
Ho una fede che matura
che sta con me e mi cura
da quando ti ho conosciuto

Ho una impronta perduta
tra la tua ombra e la mia
che non mi lascia mentire
Sono una moneta nella fonte
tu il mio desiderio sospeso
la mia voglia di rivivere

Ho una mattina frustrante
ed un acquarello sperando di
vederti dipinto di azzurro
Ho il tuo amore e la tua fortuna
ed una strada ripida
Ho il mare dall’altro lato
tuo sei il mio nord ed il mio sud

Oggi ti vedo di nuovo
mi avvolgerò nei tuoi vestiti
sussurrami il tuo silenzio
quando mi vedi arrivare

Oggi ti vedo di nuovo
rallegrerò la tua tristezza
andiamo fare una festa
affinchè questo amore cresca di più

Ho una frase sospesa
tra la mia bocca ed il mio cuscino
che mi denuda davanti a te
Ho una spiaggia ed un paese
che mi accompagna di notte
quando non sei vicino a me

Ho una mattina frustrante
ed un acquarello sperando di
vederti dipinto di azzurro
Ho il tuo amore e la tua fortuna
ed una strada ripida
Ho il mare dall’altro lato
tuo sei il mio nord ed il mio sud

Oggi ti vedo di nuovo
mi avvolgerò nei tuoi vestiti
sussurrami il tuo silenzio
quando mi vedi arrivare

Oggi ti vedo di nuovo
rallegrerò la tua tristezza
andiamo fare una festa
affinchè questo amore cresca di più

vorrei

24 Gennaio 2005 Commenti chiusi

Vorrei essere nel tuo letto quando dormi, sola, la notte; vorrei accarezzarti con la punta delle mie dita; vorrei passare le mie mani tra i tuoi capelli; lentamente vorrei spogliarti, inebriato dall’odore della tua pelle; teneramente vorrei baciarti con quel desiderio che per troppo tempo ho nascosto in me; come in quei momenti in cui si ferma anche il tempo per regalare un minuto all’amore.
ti volgio, solo per me

ciao

23 Gennaio 2005 Commenti chiusi

ciao,
è sabato e tu sei alla festa di compleanno, spero che ti sia divertita, si, perchè oggi è lunedì ed è iniziata un’ altra settimana lavorativa….
he sì, come promesso ho usato il tuo spazio solo per dirti quello che penso quello che provo, allora anche se sembra semplice, ma alla fine rimane complicato, è bello usare parole, ma è altrettanto bello queste parole poterle dire in faccia, vedere l’espressione di chi parla e sicuramente potere vedere la tua…
Sai, abbiamo parlato, abbiamo condiviso momenti bellissimi, abbiamo sofferto e ci siamo accorti della nostra gelosia e possessività.
Io voglio solo dirti che con te vorrei iniziare un qualcosa che veramente ci porti a essere uniti ma quell’unione vera, non nego che come te ho paura, ma non nego neanche che mi impegnero a portare a termine tutte le promesse e tutte le cose che ci siamo detti…
Ci credo in un qualcosa, Miriam, sei arrivata in un momento triste, si sai tra chemio, malanni mi rendo conto che non sarà una cosa semplice, mi rendo conto che hai da affrontare una persona che per adesso è presente a meta, ma se tu crederai ..allora anche io crederò nel futuro di questa storia…
Non sarà semplice, non sarà facile mo ti prego impegnamoci affinchè tutte le parole spese, tutti i gesti fatti abiano un risultato…
Io ci credo adesso ti giuro ci credo in un qualcosa di importante costruito con te..per quello che hai dimostrato per quello che fai tutti i giorni per la tua vicinanza, perchè ti fai carico dei problemi miei…..
per una frase che mi hai detto……. siamo in deu e in due si affronta tutto..
Questa è stat la più bella cosa che potevi dire, questa è stata la frase che ti ha aperto il mio cuore…

Ti voglio dire solo una cosa….. ti voglio un mondo di bene topino….
sisisisiisisssi

tutto il resto è riduttivo….

E se domani…

21 Gennaio 2005 4 commenti

E se domani mi svegliassi da questo splendido sogno?
Se rigirandomi nel letto e aprendo gli occhi scoprissi che è stata tutta fantasia?
Beh…allora ti amerei lo stesso.
Continuerei a desiderarti con la stessa intesità con la quale ti desidero adesso, con lo stesso candore, con la stessa passione che pervade tutto il mio essere da quando ti ho conosciuto.
Se anche mi portassreo prove inconfutabili del fatto che nulla è accaduto, che tu non esisti e mai sei esistito se non nei miei sogni e nelle mie fantasie….
anche allora ti amerei lo stesso,
amerei i tuoi occhi, così pieni d’amore,
amerei le tue labbra sensuali,
amerei le tue mani che tante volte in sogno hanno sfiorato il mio corpo,
amerei ancora i tuoi sospiri,
ancor di più amerei le tue dolci parole.

Anche se tutto fosse sogno, anche se tutto fosse finzione….
Io ti amerei lo stesso…

Fino a qui

20 Gennaio 2005 1 commento

Se tutto quello che ho vissuto è servito per arrivare fino a qui
allora dico grazie…
grazie per lo straziante dolore che accompagnava ogni mio giorno
dallo spuntare del giorno fino al calar della sera,
grazie per le lacrime versate, tante, troppe…fino a rimanere senza fiato,
grazie per le notti insonni passate sul divano a fissare il vuoto,
e a domandarmi dove…dove ho sbagliato? e la risposta era sempre la stessa: io sono sbagliata!
per i sorrisi spenti sulle labbra ancor prima di nascere,
per le carezze negate, per quelle date e per quelle che non arriveranno mai,
grazie per le attese, le passeggiate solitarie,
le incertezze e le certezze,
grazie, grazie di tutto il dolore e tutta la sofferenza…
Grazie perchè ora il mio cuore ha ripreso a battere, più forte, a gioire, ridere, scherzare, amare.
E se tutto questo mi ha portato fino a qui…allora nulla è andato perduto.

pensando a te….

20 Gennaio 2005 Commenti chiusi

Non potto reposare

Non potto reposare amore ‘e coro
pensende a tie so donzi momentu.
No istes in tristura brenda de oro
nè in dispiaghere o pensamentu.
T’assicuro che a tie solu bramo,
ca t’amo forte t’amo, t’amo, t’amo.
T’assicuro che a tie solu bramo,
ca t’amo forte t’amo, t’amo, t’amo.
Si m’essere possibile d’anghelu,
su spiritu invisibile piccabo
sas formas, e furabo dae chelu
su sole e sos isteddos e formabo
unu mundu bellissimu pro tene
pro poder dispensare cada bene.
Unu mundu bellissimu pro tene
pro poder dispensare cada bene.

A cosa serve la poesia?

17 Gennaio 2005 4 commenti

Può servire.
Vi faccio un esempio.
Prendete una coppia che va abbastanza bene: due o tre lustri di convivenza, casa, figli, interessi comuni.
I coniugi però, non essendo né sordi, né orbi né privi di altri sensi naturalmente non immuni dal notare che il mondo è pieno di persone attraenti dell’altro sesso, di cui alcune, per corcostanze favorevoli, sarebbero passibili di un incontro a letto.
Sorge allora il problema che propone tre soluzioni.
La prima è la tradizionale repressione, non concupire etc. non appropriarti dell’altrui proprietà, per cui il coniuge è equiparato a un comò Luigi XVI o a un televisore a colori o a un qualsiasi oggetto di un certo valore che non sarebbe corretto rubare.
La seconda soluzione è l’adulterio, altrettanto tradizionale che crea una quantità di complicazioni, la lealtà (glielo dico o non glielo dico?)
lo squallore di motel occasionali, la necessità di costruire marchingegni di copertura che non eliminano la paura di fastidiose spiegazioni.
La terza soluzione è senza dubbio la più pratica
Si prendono i turbamenti e i sentimenti, le emozioni e le tentazioni
si mescolano bene, si amalgama l’immagine con un brodo di fantasia e ci si fa su una poesia, che si mastica e si sublima fino alla corretta stesura sulla macchina da scrivere
e infine si manda giù, si digerisce con un pò di amaro d’erbe naturali e poi non ci si pensa più.

Joyce Lussu

Il più bello dei nostri mari

17 Gennaio 2005 Commenti chiusi

Il più bello dei nostri mari è
quello che non navigammo
Il più bello dei nostri figli
non è ancora cresciuto.
I più belli dei nostri giorni
non li abbiamo ancora vissuti.
E quello che vorrei dirti di più bello,
non te l’ho ancora detto.

Nazim Hikmet

…………mi manchi……….

17 Gennaio 2005 2 commenti

” Il grande desiderio di un cuore inquieto
è di possedere interminabilmente la creatura che ama
o di poterla immergere,
quando sia venuto il tempo dell’assenza,
in un sonno senza sogni che non possa avere termine
che col giorno del ricongiungimento”

A. Camus “La Peste”